BonoMedico ItaliaMastoplastica additivaMiglior reggiseno dopo l’aumento del seno

Miglior reggiseno dopo l’aumento del seno


Commento
Pubblicato in Mastoplastica additiva

Una delle domande più frequenti a seguito di un intervento di aumento del seno è che tipo di reggiseno deve essere utilizzato dopo la chirurgia. Prima di affrontare questo problema, la risposta migliore è quella di suggerire alla paziente di consultare il chirurgo plastico che ha operato, al fine di suggerirle il tipo di reggiseno più conveniente. In questo spazio cerchiamo solo di guidarla qualora non le avessero spiegato l’opzione migliore e aiutarla in tal caso.

reggiseno aumento del seno

Dall’intervento di aumento del seno la paziente uscirà con bende preparate dal chirurgo

Dall’intervento di aumento del seno la paziente uscirà con bende preparate dal chirurgo o dal suo team medico. Si devono rispettare dettagliatamente tutte le indicazioni e non  toglierle fino a quando lo stesso medico lo prescriva. Deve essere il medico stesso o il suo team a rimuovere le bende. Dovrà attendere fino a quando lo specialista consigli di iniziare a utilizzare il reggiseno.

Una delle domande più frequenti è che tipo di reggiseno deve essere utilizzato dopo la chirurgia.

E’ molto importante scegliere il reggiseno giusto dopo l’operazione di aumento, elevazione, riduzione o ricostruzione del seno. Una selezione adeguata può aiutare a ridurre il disagio postoperatorio e accelerare il recupero.

Come trovare il reggiseno giusto dopo l’aumento del seno?

reggiseno dopo aumento del seno

E’ molto importante scegliere il reggiseno giusto dopo l’operazione

Un buon reggiseno da indossare dopo l’aumento del seno deve rispondere alle seguenti caratteristiche:

  • Comodità: Poiché l’area di intervento è molto sensibile, e talvolta dolorosa, il reggiseno deve essere confortevole.
  • Supporto e sicurezza: devono proteggere l’area correttamente evitando movimenti eccessivi.
  • I chirurghi plastici raccomandano inizialmente reggiseni sportivi senza ferretto. A seconda dell’evoluzione si può consigliare un cambiamento di reggiseno in un altro.
  • Il reggiseno sportivo deve essere adattato alla risposta che il chirurgo osserva nella formazione della capsula. Se la capsula è molto sottile si consiglia un reggiseno da tennista con ferretto, mentre se è molto forte alcuni chirurghi sconsigliano di utilizzare qualsiasi tipo di reggiseno ad eccezione di un nastro posizionato nella parte superiore del petto.
  • Materiale elastico e liscio: senza saldatura e con cinghie regolabili in modo che la donna lo possa adattare alla propria figura.
  • Quando si seleziona la misura si deve tener conto sia del contorno sia della coppa del reggiseno. E’ importante che la paziente acquisti il reggiseno prima dell’intervento chirurgico al fine di indossarlo dopo la rimozione delle bende o direttamente dopo aver completato l’intervento, a seconda di cosa dica il medico. Questo reggiseno deve avere delle cinghie regolabili per un sostegno supplementare e adattabile. Non deve avere ferretto, né cuciture rigide.
  • Non deve avere il ferretto.
  • Coppe elastiche: con l’obbiettivo che si adatti meglio al suo nuovo contorno corporale.
  • Prescrizione medica: il che significa seguire le raccomandazioni del chirurgo plastico.
reggiseno dopo aumento del seno

Si consiglia che la paziente acquisti il reggiseno prima di subire l’intervento e metterlo subito dopo aver tolto le bende

Si consiglia che la paziente acquisti il reggiseno prima di subire l’intervento e metterlo subito dopo aver tolto le bende, salvo indicazione contraria del chirurgo plastico.

    Nel periodo post-operatorio della chirurgia con impianti è generalmente consigliato utilizzare giorno e notte un reggiseno sportivo per almeno un mese.

    Il reggiseno, oltre alla sua funzione di tenuta, fa anche una leggera pressione, costante, che aiuta a ridurre l’edema o il gonfiore del seno. Fino a che si notano fastidi o il seno tende a infiammarsi, si continuerà ad utilizzare il reggiseno per tutte le 24 ore del giorno. Trascorso un mese, si può dormire senza reggiseno qualora non risulti fastidioso.

    I chirurghi plastici raccomandano inizialmente reggiseni sportivi senza ferretto.

    Dobbiamo insistere sul fatto che questo reggiseno contribuirà a ridurre l’edema che è apparso dopo l’operazione di aumento del seno, poiché esso eserciterà una leggera pressione sul seno. In breve, il reggiseno non deve eseguire solo la funzione di tenuta, ma dovrebbe anche contribuire a ridurre il gonfiore della zona operata.

    Perché i reggiseni devono essere senza ferretto?

    reggiseno dopo aumento del seno

    L’uso di reggiseni con ferretto durante le prime quattro settimane può modificare la corretta cicatrizzazione

    Nella chirurgia di aumento normalmente si modifica l’altezza del solco sotto mammario nella parte inferiore del seno, facendolo scendere. Il reggiseno con ferretto esercita una pressione sul nuovo solco sotto mammario, che è in fase di cicatrizzazione. L’uso di reggiseni con ferretto durante le prime quattro settimane può modificare la corretta cicatrizzazione del nuovo solco, ragion per cui è sconsigliato il suo utilizzo. I reggiseni con il ferretto dovrebbero essere evitati per almeno due mesi dopo l’operazione.

    Pertanto, non è positivo indossare un reggiseno che modelli il solco sotto mammario, almeno fino a quando non sarà completamente cicatrizzato all’interno, il che può richiedere circa quattro settimane. Una volta che questa zona è guarita, si potranno usare reggiseni con il ferretto, Wonderbra, push-up o altro. Il solco sotto mammario, cioè la parte inferiore dove il seno inizia, dopo l’operazione di aumento di seno, è in una nuova posizione, più bassa. Bisogna tenere presente che se non si abbassasse il petto e solo si collocassero le protesi del seno, il seno sarebbe troppo alto.

    Trascorso un mese dall’intervento chirurgico il reggiseno con ferretto può essere utilizzato tre volte alla settimana e dopo due mesi è possibile utilizzare qualsiasi tipo di reggiseno, compreso quello con i ferretti.

    I reggiseni con il ferretto dovrebbero essere evitati per almeno due mesi dopo l’operazione.

    Infatti, le donne operate possono rinunciare ai reggiseni con i ferretti, in quanto gli impianti soddisfano l’obiettivo di creare una base ampia e arrotondata nel seno, che è appunto l’effetto che cerca di creare il reggiseno con il ferretto.

    Che cos’è la fascia?

    reggiseno dopo aumento del seno

    A volte il chirurgo non prescrive l’uso di un reggiseno, ma di una fascia di compressione

    A volte il chirurgo non prescrive l’uso di un reggiseno, ma di una fascia di compressione. Questa fascia viene utilizzata quando si ha bisogno di far scendere verso il basso un impianto che è rimasto un po ‘alto. Il suo uso è più frequente quando il percorso o il punto di approccio da cui l’incisione è stata effettuata è sotto l’ascella. Questa fascia ha un velcro e viene posizionata intorno al seno in modo da effettuare una pressione al polo inferiore, cioè verso il ventre.

    Questa fascia è posizionata in modo da circondare il petto e spingere verso il polo inferiore del seno. In ogni caso, il suo uso è eccezionale perché generalmente i seni scendono in modo naturale e senza dover utilizzare questo indumento di compressione.

    La fascia di compressione viene utilizzata quando si ha bisogno di far scendere verso il basso un impianto che è rimasto un po ‘alto.

    Per quanto riguarda la forma di utilizzo, ci si dovrà attenere alle istruzioni del chirurgo plastico, non essendo la stessa cosa in tutti i casi. In alcuni casi, è usata in modo tempestivo e, in altri casi, è prescritta ventiquattro ore al giorno e per un periodo che può superare quattro settimane. In ogni caso, il suo uso dovrebbe essere fatto solo se il chirurgo plastico lo ha raccomandato poiché altrimenti potrebbe peggiorare in modo significativo i risultati e potrebbero sorgere complicazioni.

    Perché a volte vengono date raccomandazioni diverse?

    reggiseno dopo aumento del seno

    Il tipo di intervento e l’evoluzione del seno durante il periodo post-operatorio, condizioneranno le raccomandazioni dal chirurgo plastico.

    Dobbiamo ricordare che il tipo di intervento che la paziente ha fatto e l’evoluzione del seno durante il periodo post-operatorio, condizioneranno e possono anche far cambiare le raccomandazioni fornite dal chirurgo plastico. In breve, a seconda dei casi, e di ogni paziente, si possono raggiungere situazioni antitetiche, come nei casi in cui il chirurgo plastico raccomandi alla paziente di mettere il seno nel reggiseno in una determinata forma e distinta rispetto a quella di un’altra paziente alla quale, addirittura, anche in via eccezionale, si potrebbe arrivare a raccomandarle di portare reggiseni con ferretto dalla prima settimana o utilizzare la fascia di compressione sui seni.

    Riduzione del seno

    In generale, nelle riduzioni di seno si consiglia l’uso di reggiseni sportivi e senza ferretto, perché, come abbiamo detto, le aree su cui si è intervenuti tendono a gonfiarsi o edematizzarsi, quindi l’uso di questi reggiseni sportivi eserciterà una pressione costante sulla zona operata, aiutando a ridurre il gonfiore del seno. Il periodo di tempo postoperatorio in cui deve essere utilizzato dipenderà da ciascun caso e dall’evoluzione del seno dopo una riduzione del seno. Come regola generale, bisogna usarlo finché c’è gonfiore e sempre sotto sorveglianza del chirurgo plastico. Insistiamo sul concetto di non indossare reggiseni con ferretto perché rendono fastidioso il processo di cicatrizzazione, tra le altre ragioni.

    In generale, nelle riduzioni di seno si consiglia l’uso di reggiseni sportivi e senza ferretto.

    Sollevamento del seno

    Dopo l’intervento, si deve utilizzare un reggiseno sportivo, senza ferretto, perché il seno tende a formare edemi. Il reggiseno effettua un supporto e una pressione costante tale che previene e riduce l’infiammazione nei seni.

    Il tempo che si deve mantenere il reggiseno sportivo continuando a portarlo giorno e notte dipenderà dall’evoluzione del seno e si dovrà continuare ad utilizzare quando i seni rimangono infiammati.

    Ricostruzione del seno

    reggiseno dopo aumento del seno

    Il reggiseno sportivo è quello che deve anche essere utilizzato nella ricostruzione del seno

    Il reggiseno sportivo è quello che deve anche essere utilizzato nella ricostruzione del seno, indipendentemente dalla tecnica ricostruttiva.

    Allo stesso tempo è necessario utilizzare reggiseno sportivo qualora si facesse sport, che dovrà essere rinforzato con un top sportivo. Attualmente, esistono reggiseni e top specialmente progettati con tessuti traspiranti che mantengono il seno e aiutano l’esercizio fisico  o lo sport. Sia il reggiseno sia il top dovrebbero fare una pressione uniforme, ma ciò non impedisce loro che siano molto scomodi da indossare.

    Come scegliere un reggiseno con ferretto dopo un operazione di aumento del seno?

    In generale, le donne tendono a scegliere un reggiseno con coppe B, che sono i più comuni, assicurandosi che il seno si inserisca nella coppa. La cosa giusta è cercare prima la dimensione corrispondente al perimetro del torace sotto il petto e poi cercare la coppa appropriata. Questa coppa di solito non coincide con la B ma con la C o persino una D.

    reggiseno dopo aumento del seno

    È necessario utilizzare reggiseno sportivo qualora si facesse sport, che dovrà essere rinforzato con un top sportivo.

    Ciò che è raccomandato è che le donne facciano in modo che quando si rimuove il reggiseno non lasci segni del ferretto in mezzo al seno, ma che tali segni siano nel solco. Bisogna tenere presente che se non fosse così, il il ferretto tenderebbe a ridurre costantemente la larghezza del seno, lasciando ogni volta meno spazio per la protesi e potendo causare, nel tempo, la deformazione. Ciò significa che il ferretto deve seguire il solco submammario.

    D’accordo con quanto sopra riportato, come raccomandazioni pratiche per la scelta, la misurazione e l’acquisto di reggiseni dopo l’intervento al seno, si vuole commentare che devono essere reggiseni adatti per l’uso dopo un intervento chirurgico o durante le successive settimane, secondo le istruzioni del chirurgo plastico:

    • Devono essere aperti sulla parte anteriore e larghi su quella inferiore, per maggiore comodità.
    • Senza cuciture sulle coppe e con bordi morbidi per evitare di danneggiare la pelle delicata segnata da cicatrici.
    • Essi devono agevolare l’accesso all’area chirurgica operata e sarebbe consigliabile che non avessero le staffe nella parte posteriore, in quanto possono essere fastidiose quando si è a riposo.
    • Le Tasche delle coppe dovrebbero essere disegnate in modo tale che le donne possano sentirsi comode e fiduciose. Possibilmente si noteranno  le differenze tra il reggiseno che veniva normalmente utilizzato e quello utilizzato  dopo l’operazione.
    • I reggiseni sono in genere di mezza coppa, tuttavia, i reggiseni del periodo postoperatorio, di solito sono di coppa intera, che copre tutto il seno e ancora più in alto
    • Quando le donne si provano un reggiseno dopo l’operazione, non devono limitarsi a guardarsi allo specchio ma dovrebbero muovere le braccia con l’obbiettivo che la fascia inferiore del reggiseno non si muova verso l’alto.
    • Deve garantire che la fascia inferiore si regoli correttamente. Se è troppo grande, scorrere verso l’alto.
    • La fascia inferiore deve essere più forte per compensare la mancanza del ferretto.
    • Bisogna assicurarsi che le coppe contengano bene i seni.
    • Il Reggiseno non imbottito bianco è il capo perfetto per provare la protesi.
    • I Reggiseni neri non sempre mostrano le discrepanze del reggiseno, essendo difficile da vedere allo specchio.

    Altri argomenti che possono interessarti:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *