BonoMedico ItaliaMastoplastica additivaQual è l’etá minima consigliata per un aumento del seno?

Qual è l’etá minima consigliata per un aumento del seno?


Commento
Pubblicato in Mastoplastica additiva

Non esiste un’età minima per l’operazione di aumento del seno ma è molto importante che il seno sia totalmente sviluppato, quindi è consigliato realizzare l’operazione dopo i 18 anni, età in cui normalmente il processo di sviluppo dei caratteri sessuali secondari è giunto alla conclusione.

etá minima per aumento del seno

Non esiste un’età minima per l’operazione di aumento del seno

L’età non è un fattore determinante sempre e quando la piccola dimensione del seno sia così da tempo. Spesso di può arrivare ad avere uno sviluppo mammario in ritardo e per evitare questa possibilità non è consigliabile che si realizzi l’intervento prima dei 18 anni. Inoltre a quest’età la donna ha una maggiore stabilità emotiva che permette  di prendere decisioni con più sicurezza. Questo tipo di interventi, migliora l’aspetto e aumenta l’autostima della donna ma non può corrispondere ad aspettative ideali ed eccessive e nemmeno migliorare la relazione con altre persone.

Realmente non esiste un’età minima che stabilisca che una donna possa o no sottoporsi all’intervento, poichè qualsiasi persona, anche se minorenne, può avere l’autorizzazione dei propri genitori per sottoporsi a questo tipo d’intervento. Tuttavia è molto raro trovare un chirurgo onesto che realizzi questo tipo di interventi di aumento del seno se non è del tutto sviluppato. Pertanto, si può dire che normalmente l’età minima per poter sottoporsi a questo tipo di intervento sarebbe tra i 17 e i 18 anni di età, dipendendo dallo sviluppo di ogni donna.

È consigliato realizzare l’operazione dopo i 18 anni.

etá minima aumento del seno

Questo tipo di intervento si realizza con lo stesso procedimento indipendentemente dall’età della paziente

Anche se, prima di realizzare l’operazione, la paziente è tenuta a parlare di tutto il processo con il chirurgo affinchè non ci sia alcun dubbio riguardo le aspettative della paziente e che la stessa non si aspetti cose che non si possono ottenere. In molte occasioni si idealizza l’aumento del seno come la soluzione a tutti i problemi e, lógicamente, non è la soluzione adeguata.

Il chirurgo, è tenuto a valutare con i genitori, se la paziente è minorenne, la ragione per la quale si ha la necessità di realizzare l’aumento del seno e se si può arrivare ad ottenere un buon risultato.

Se dopo una serie di consultazioni con il medico, la paziente e/o i genitori hanno aspettative chiare, allora non esiste alcun tipo d’impedimento per procedere all’operazione.

Questo tipo di intervento si realizza con lo stesso procedimento indipendentemente dall’età della paziente, perché non esiste alcuna specifica necessità sempre che le ghiandole mammarie siano completamente sviluppate.

Si può dire che normalmente l’età minima per poter sottoporsi a questo tipo di intervento sarebbe tra i 17 e i 18 anni di età, dipendendo dallo sviluppo di ogni donna.

etá minima per aumento del seno

Non esiste un’età minima per compiere questo tipo di interventi oltre allo sviluppo completo del seno

In poche parole, non esiste un’età minima per compiere questo tipo di interventi oltre allo sviluppo completo del seno, ma si deve riflettere attentamente sulle ragioni che generano questa necessità. In molte occasioni, un rifiuto in amore o sociale, può portare le pazienti a pensare che dei seni più attraenti possano porre fine a tale situazione o risolvere i problemi, mentre invece l’unica cosa che ottengono è ingannare se stesse.

Altri argomenti che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *